Benvenuti

... Buona navigazione!.
→ Sei qui:

Quando nacque la Stregoneria fu necessario darle una struttura che ne racchiudesse l'essenza. Per questo gli Anziani scrissero il Libro della Legge per praticare la Stregoneria in pace e armonia. Anche se oggi raramente queste leggi trovano un'applicazione pratica, restano sempre degli eccellenti principi e un ottimo riferimento storico alla nostra Arte.

SEZIONE 1

1. Ama gli Dei e onorali, perché sono la matrice della quale sgorga la Forza Vitale. Ricorda che questa Forza scorre nelle vene di tutti gli esseri viventi. Per questo motivo, tratta te stesso e gli altri come tratti gli Dei, ed Essi, a loro volta, ti ameranno e onoreranno.

2. Noi siamo figli del Padre e della Madre, Coloro che regolano l'Universo e tutto ciò che vive entro i suoi confini. Trattali con rispetto filiale e non metterli alla prova, perché con loro non si può scherzare.

3. Usa la Stregoneria con amore, in modo che l'energia che crei diventi un faro luminoso mediante il quale trovare gli Dei. Quando la Stregoneria viene usata in modo diverso, diventa la rete nella quale alla fine resterai impigliato.

4. Lascia che la Stregoneria unisca i figli degli Dei perché si prendano cura della terra e dei suoi esseri.

5. Non raccogliere ciò che resta nel campo dopo la mietitura; lascia sempre qualcosa alla Madre Terra.

6. Sii orgoglioso del modo in cui vivono i Wiccan, ma presta sempre attenzione a non scivolare nel pozzo della vanità. perché una volta caduto, è difficile ritrovare la strada che conduce all'ingresso.

7. Parla poco e ascolta molto. Esprimi il tuo giudizio solo quando sei al corrente di tutti i fatti.

8. Sii allegro e felice; solo allora la tua vita sarà colma di amore.

9. Se i tuoi maestri servono gli Dei offrendo i semi della conoscenza, sta a te seminarli e curarli fino al tempo del raccolto. Quindi, raccoglierai ciò che semini. Ricorda che l' inganno e l'abuso del potere sono causa di un ritorno karmico.

10. Non parlare male dei fratelli che praticano la Stregoneria, e non nutrire rancore nei loro confronti.

11. Non mentire, perché ciò che dici alla presenza degli Dei si manifesta nella realtà.

12. Non giudicare coloro che non abbracciano la Stregoneria; in modo analogo, non svelare l'identità di quanti l'hanno abbracciata.

13. Mantieni la tua parola con i fratelli che praticano la Stregoneria, perché è un impegno verso gli Dei.

14. Poiché il Signore e la Signora non vogliono che i loro figli siano oppressi o umiliati a causa loro, interverranno di modo che la situazione si risolva.

15. Non usare mai la Stregoneria per fare del male; non faresti che causare del male a te stesso.

16. Non tradire mai i fratelli che praticano la Stregoneria; piuttosto, abbraccia le virtù dell'amore, dell'onore e della saggezza.

17. Non pronunciare mai le parole che non provengono dal cuore.

18. Non parlare mai male degli Dei, perché altrimenti incorreresti nella loro ira.

19. Poiché nessuno devo mettere in pericolo la Stregoneria, tutti i componenti devono seguire la legge della terra.

20. Non contrattare sul prezzo quando acquisti uno strumento magico. Non sminuire il suo valore agli occhi degli Dei.

21. Non accettare mai denaro per fare incantesimi.

22. Non rubare. In caso contrario, sarai costretto a sacrificare qualcosa di prezioso per ristabilire l'equilibrio dell'Universo.

23. Onora tutti gli essere e rispettali; lascia che i loro occhi riflettano la tua anima.

24. Non permettere che qualcuno ti dia in pegno la propria vita, per quanto profondo possa essere il debito che ha nei tuoi confronti. In caso contrario, ti graveresti di un peso che ti impedirebbe di fare progressi nella Stregoneria.

25. Ricorda la Legge del Karma, tutto ti ritorna triplicato.

26. Purifica e benedici tutto ciò che viene portato all'interno del cerchio o dell'area del tempio. Questo rende onore agli Dei.

27. Onora la Dea tendendo puliti la casa, il corpo e gli abiti.

28. Ricorda che nessuno dovrebbe morire senza dignità, amore e rispetto. Agisci di conseguenza.

29. Né l'uomo né la donna dovrebbero unirsi sessualmente se questo atto provoca dolore a qualcun altro.

30. Fa sì che coloro che si amano e procreano siano uniti da un profondo legame.

31. Sposati o unisciti solo per amore. E' un abominio contro la Dea fare altrimenti.

32. Insegna e guida i tuoi figli con amore, e ricorda che sono il frutto della Dea.

33. Sta ai figli degli Dei tessere i loro fili personali nella Tela Cosmica; in questo modo, l'Universo fluirà e si fletterà quando necessario.

34. Rispetta il tuo potere, la tua magia e le leggi della Wicca. Sappi che tutti coloro che incrociano il tuo cammino, fosse anche per un solo istante, hanno qualcosa da insegnarti.

35. Mantieniti sano fisicamente e mentalmente, perché solo in questo modo il potere che vive in te resterà puro.

36. Il cerchio deve essere sempre un luogo appropriato per invitare gli Dei. Quindi dovrà essere sempre purificato così come quelli che scelgono di entrarvi.

37. Ricorda il messaggio della Dea: "Non ti sosterrò, né ti ostacolerò, non ti impedirò di avere le stesse opportunità degli altri miei figli. Tu sei libero, e non sarai coccolato come i bambini durante un temporale. Se devozione e desiderio sono sinceri, allora qualsiasi ostacolo verrà superato".

38. Fai un santuario per gli Dei, e riponici solo l'energia più pura.

39. Per guadagnarti le benedizioni della Dea, fai un altare di pietra o di legno, e accendi candele e incenso in suo onore.

40. Dedica un giorno durante ogni fare lunare per svolgere il lavoro della Signora; in cambio, Lei ti rinnoverà e ti colmerà di benedizioni.

41. Studia l'arte della disposizione del cerchio e del rituale con cuore pure e apprendila bene. Solo allora sarai una persona di potere.

42. Tutti i seguaci della Stregoneria devono tenere un Libro delle Ombre, in cui sono descritte le Antiche Tradizioni e i progressi personali.

43. Studia le leggende degli Dei. Ti onoreranno con le loro benedizioni.

44. Se un componente della Stregoneria dovesse tenere delle letture o svolgere attività per gli altri, è corretto che riceva un giusto compenso.

45. Coloro che sacrificano il piacere personale per il bene di tutti verranno ricordati e benedetti dagli Dei.

46. Fate delle offerte agli Dei con dei lavori o dei doni naturali. Sappiate che verrete benedetti di conseguenza.

47. Quando fate delle offerte per ristabilire l'equilibrio, assicuratevi che i doni non rechino offesa agli Dei.

48. Le offerte agli Dei fatte durante i rituali vanno sotterrate o bruciate, perché ritornino alla Fonte dalla quale sono originate.

49. Usa la Stregoneria per aiutare te stesso, ma solo in un modo tale che non rechi danno ad alcuno.

50. Proteggi la Stregoneria e tutti coloro che l'abbracciano, così che non si debbano mai più temere i Tempi dei Roghi.

51. La Signora ci apporta gioia e il Signore ci dona piacere. Venera con amore, e gioisci dei doni di entrambi.

52. Per proteggere la Stregoneria, silenzio e segretezza sono necessari quando si ha a che fare con persone che potrebbero avere intenzione di nuocere l'Arte.

53. Per la continuazione della Stregoneria e delle sue tradizione, dobbiamo lavorare per conseguire l'equilibrio fisico e spirituale, e per farlo dobbiamo avvalerci del potere dell'amore.

54. Istruisci coloro che vogliono apprendere, ma fa sì che l'amore e la saggezza siano la tua guida. In questo modo, i riti della Stregoneria restano sacri.

55. Nessuno può entrare nel cerchio se è fisicamente malato.

56. Se un componente della Stregoneria ha bisogno di una casa o di un pezzo di terra, la Stregoneria può essere usata per accelerale la risoluzione di queste questioni, a patto che non danneggi nessuno; tuttavia, l'intero prezzo dovrà essere pagato senza contrattare.

57. Chi cerca gli Dei non va allontanato. Al contrario, va aiutato nella sua ricerca.

58. Istruisci coloro che hanno sentimenti sinceri e intenzioni oneste.

59. Tutti gli studenti della Stregoneria devono impegnarsi a raggiungere l'armonia interiore.

Ed ecco terminata la sezione uno, tutte le leggi che un tempo venivano applicate a tutti i Wiccan. Nella sezione due, invece, troviamo le leggi che riguardavano la Stregoneria praticata in un gruppo o in una congrega.



 SEZIONE 2

1. Il cerchio è la dimora degli Dei sulla terra, appartiene ai suoi figli, e ciascun cerchio forma una famiglia speciale. Fai attenzione a non recare danno a nessuna di queste famiglie; in caso contrario, sarebbe un insulto agli Dei e danneggeresti te stesso.

2. Nelle dispute che coinvolgono le Congreghe solo un tribunale composto da Anziani può esprimere un giudizio.

3. Gli ospiti del cerchio devono essere trattati come parte integrante della comunità della Stregoneria.

4. I componenti della Stregoneria che non desiderano apprendere le antiche tradizioni verranno allontanati dal tempio.

5. Difendi e proteggi la terra, il denaro o i beni che appartengono alla Congrega.

6. Un dono offerto al cerchio o al Sacerdote/Sacerdotessa è un dono offerto per onorare la Dea.

7. La Stregoneria può essere usata per impedire che qualcuno la danneggi o faccia del male ai suoi figli, ma solo dopo che i componenti del cerchio si sono consultati tra loro e hanno raggiunto un accordo.

8. La Sacerdotessa guiderà il cerchio con giustizia e amore.

9. Benché il Sacerdote sia la Forza che crea il cerchio, ricorda che la Sacerdotessa governa il suo regno.

10. La Sacerdotessa sistemerà tutte le differenze all'interno della Congrega, e lo farà usando buon senso e giustizia.

11. Ciascuna Congrega può decidere se svolgere i rituali in segreto o all'aperto, perché solo i suoi componenti conoscono i pericoli che si celano nella zona in cui operano.

12. Tutti gli strumenti per svolgere i rituali devono essere benedetti e dedicati agli Dei, e il Sacerdote e la Sacerdotessa ne avranno cura.

13. I componenti della Stregoneria sono liberi di entrare in qualsiasi Congrega, o crearne una nuova, ma solo dopo aver condiviso le proprie intenzioni con la Sacerdotessa e gli Anziani.

14. Le Congreghe possono riunirsi per celebrare dei rituali, ma devono farlo in pace e armonia.

15. La Sacerdotessa dirimerà le controversie tra i componenti della Congrega, ascoltando prima i singoli interessati e in un secondo tempo convocando entrambe le parti. Comporrà la questione con imparzialità e amore. Qualora fosse impossibile raggiungere un accordo, allora uno dei componenti dovrà lasciare la Congrega.

16. Chi commette un'azione illecita in modo inconsapevole verrà giudicato innocente; chi la commetterà con un atteggiamento sprezzante verrà giudicato conformemente alla natura dell'offesa; chi commette una violazione intenzionalmente verrà punito tre volte dalla Sacerdotessa e dagli Anziani.

17. I maestri della Stregoneria devono possedere le qualità dell'abilità, del credo, della fede, dell'umiltà, della conoscenza, del comando e della pazienza, e avere una natura amorevole.

18. Accetta il consiglio del Sacerdote e della Sacerdotessa, fai domande sensate, poi soppesa la loro saggezza.

19. Se la malattia dovesse colpire il Sacerdote o la Sacerdotessa, lascia che si ritiri finché non sia ristabilita la vitalità fisica.

20. Qualora il Sacerdote o la Sacerdotessa dovesse stancarsi dei propri doveri, potrà ritirarsi ma solo dopo aver istruito qualcuno che possa sostituirlo/la.

21. Il Sacerdote, la sacerdotessa o l'Anziano che dovesse perdonare una violazione delle leggi deve rinunciare al proprio incarico.

22. La Sacerdotessa può prendere un congedo di un anno e un giorno. In questo periodo verrà sostituita dalla Vergine. Qualora la Sacerdotessa non dovesse ritornare una volta scaduto il termine, allora la Vergine diventerà la Sacerdotessa della Congrega.

23. Sacerdoti e Sacerdotesse dovranno stabilire delle priorità al fine di non trascurare i propri partner o la propria famiglia, né i componenti malati e bisognosi della Congrega.

24. La Sacerdotessa deve ricordare di portare rispoetto al Sacerdote perchè, anche se la Forza Vitale scaturisce da lei, egli è il catalizzatore di tale forza.

Post n. 274 pubblicato il 24/01/16 | modificato il  24/01/16