Buongiorno cari amici, oggi voglio parlarvi del mio primo strumento di divinazione che ho avuto: il pendolo magico.

■ Cosa è
Il pendolo è un semplicissimo strumento che si avvale di un filo lungo dai 30/50 cm, al quale è attaccato un corpo relativamente pesante.
Lo si può trovare un po ovunque (negozi esoterici, new age, etnici, fiere varie etc.) ma se per caso non volete girare mezzo mondo per cercare un pendolo, lo potete creare da voi, con un pezzo di spago o catena e un qualsiasi oggetto oscillante (tappo, bottone, chiave, anello etc).


■ Consigli generali

• Deve essere purificato e consacrato con i 4 Elementi in Luna Piena.
• La prima cosa da fare per utilizzare il pendolo è stabilire un contatto personale e privato con esso, per questo si consiglia di tenerlo a contatto con la propria pelle e di farsi accompagnare nella quotidianità.
• Va conservato in un sacchetto di tessuto naturale, preferibilmente scuro (per non far passare la luce).
• Per un ciclo Lunare intero (cioè da Luna Piena a Luna Piena) è bene tenerlo nel letto durante la notte, il periodo nel quale l' inconscio è più attivo.
• Le condizioni fisiche per utilizzare il pendolo devono essere di pulizia totale, è sempre bene purificarsi prima di cominciare la seduta, come per la meditazione, è bene non avere nessun restringimento o costrizione (reggiseno che tira, scarpe strette, etc), i capelli devono essere sciolti, ed è necessario togliersi oggetti metallici.
• A livello psichico, bisogna avere la mente libera da pensieri.

◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆

■ Consigli per la lettura

• Il dialogo con il pendolo è personalissimo, e bisogna stabilire un codice personale che permetta di interpretare le rotazioni o i movimenti lineari come risposte negative o positive, senso orario e antiorario, trasversali e longitudinali, (esempio: qual'è il mio si? e vedere dove oscilla).
• Bisogna sedersi con i piedi poggiati a terra e senza incrociare le gambe, appoggiamo il gomito del braccio destro sul tavolo mentre l’altra mano sarà chiusa a pugno senza stringere, prendere il filo del pendolino fra il pollice e l’indice stringendo leggermente il filo.
• La lunghezza ideale tra la punta del pendolino ed il tavolo dev'essere 3/4 cm.
• Non mettersi mai vicini a specchi che riflettono verso di voi.
 Il momento ideale per un consulto è l'alba o il tramonto.
• Il cielo non deve mai essere limpido.
 Per non viziare l'oscillazione non tenere finestre o porte aperte per non creare correnti d'aria.
 Abbandonate la mano e assecondare le vibrazioni rimanendo in attesa della risposta alla domanda fatta osservando il pendolino, e teniamo scritte tutte le domande e le risposte ottenute,per confrontarle in futuro.
 Per poter comunicare in maniera corretta con il pendolo e per ottenere risultati soddisfacenti bisogna imparare a porre al pendolo le domande giuste, fare domande precise che richiedono risposte precise.

◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆

 Il pendolo si utilizza per

• Risposta semplice del si e no:
Scrivi quel che ti serve sapere su dei cartoncini (nomi, cose, luoghi etc.) e disponili su di una fila, fai la domanda e guarda dove si orienta il pendolo.
Ogni domanda si o no può essere risposta con precisione con un pendolo. Piccoli cartoncini o carta con nome di persone, posti o cose, possono essere disposti da destra verso sinistra e il pendolo si orienterà nella direzione del cartoncino con la risposta.

• Trovare oggetti in un ambiente circoscritto:
Con il pendolo in mano concentrarsi sul' oggetto da cercare, mettersi in un angolo della stanza e aspettare l' oscillazione, mettersi dal' altro lato della stanza e aspettare l' oscillazione.
Dove le due linee rette si incontrano, li ci sarà il nostro oggetto nascosto.

• Trovare oggetti fuori casa:
La direzione sarà indicata con movimenti lineari, mentre la distanza con la rotazione, più giri compie e più si deve cercare lontano. 

• Come oracolo:
Per chiedere consiglio al subconscio, per conoscersi e sapere come vivere nel miglior modo possibile.

• Salute:
Chiedete per ogni area del corpo o del' aura (vostra o di altri) e approfondite le domande dopo ogni risposta.

• Luoghi dove poter acquistare qualcosa:
Aprite l' elenco telefonico e chiedete dove sia il meno caro e di qualità.

• Per sapere le nostre vite passate:
Scrivi quel che ti serve su dei pezzi di carta e disponili su di una fila (se possibile) distanziati l' uno dal' altro.
Inizia a fare le domande (io ho seguito questa sequenza: il sesso, la data, il continente, il paese, le relazioni con le persone che conosco, la causa della morte) e scrivi le risposte in un foglio.
Poi se la cosa ti incuriosisce ancora di più, potrai approfondire con altre domande e tecniche.

◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆

 Strumenti che si possono usare

• Cartine geografiche o elenchi telefonici:
Sono molto utili per i rintracci di qualsiasi cosa.

• Testimoni:
Sono dei campioni di un oggetto che si deve cercare, è un punto di riferimento che serve per sensibilizzare il pendolo e farlo entrare in sintonia con l' oggetto che si cerca.

• Quadranti o tavole:
E' un cerchio diviso in spicchi, dove vengono indicati vari argomenti (data, lettere del' alfabeto, mesi del' anno etc.).
Si posiziona il pendolo al centro e si formula la domanda.

◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆

Consigli finali

• Non far mai toccare il pendolo da nessuno, perché si deve caricare solo della tua energia.
• Non usare il pendolo per interrogare i defunti e spiriti.
• Non abusare mai del pendolo.
• Dopo ogni seduta, va lavato con del sapone neutro (se possibile) e risciacquato sotto l' Acqua corrente per qualche minuto, visualizzando tutta l' energia che ha assorbito e lo sporco andare via.
• Va conservato in un panno o sacchetto di colore nero.


◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆◊◆♦◆

•  Una guida utile per usare il pendolo:
i mondi del pendolo.


Collaborazioni

◆ Vuoi collaborare con il blog? Leggi qui e scopri come fare!.