La magia attribuisce un enorme potere sia agli amuleti che ai talismani, ma qual' è la loro differenza?:

▪ Talismano (protegge)
Deriva dal persiano 'tilisman' (immagine) o dal greco 'telesma' (rito di consacrazione), l' oggetto è considerato “proiettivo/attivo”, in quanto è di origine artificiale, infatti i talismani vengono fatti apposta e si avvalgono di scritte, immagini o simboli che hanno la funzione di proteggere dal male, attirare il bene, il denaro, l'amore, la salute, la realizzazione di un desiderio e molto altro ancora.
Vanno fatti e consacrati nel momento propizio (ora, giorno, fase lunare, segno zodiacale etc.) e in seguito verrà attivato da chi ne farà uso, ci sono talismani specifici per ogni occasione e se ne possono trovare moltissimi.

▪ Amuleto (porta fortuna)
Deriva dal latino 'amuletum' o dal greco 'amulon', è considerato "protettivo/passivo" ed è di origine naturale e semplice o comunque usati così come sono e non elaborati, infatti sono oggetti apotropaici a cui viene attribuita una forza magica conferita da chi crede nel’amuleto.
Secondo la tradizione, per far funzionare gli amuleti, devono essere trovati o donati da una persona, e non possono essere rubati ad altri o estorti con l'inganno, e prima di essere usato, sia se è stato trovato o regalato, deve essere purificato.

Ci sono tre diversi tipi di Amuleti:
• Quelli per attirare e poi deviare lo sguardo malevolo.
• Quelli indossati sotto le vesti e tenuti segreti.
• Quelli scritti su pergamena e conservati in scatoline da portare sempre con sé.




▪ Ecco alcuni esempi di oggetti considerati dei classici amuleti:

 • Cavalluccio marino (sotto forma di monile):
Allontana la sfortuna.

• Civetta (vero o sotto forma di monile):
Attira la fortuna e scacciare il malocchio. 

• Coccinella (vera o sotto forma di monile):
Se si posa su una mano, assicura fortuna e denaro, per il numero di mesi pari al numero dei puntini rossi presenti sulle sue ali, e deve restare per 22 secondi.

• Corno e/o cornetto rosso (monile):
Portafortuna per eccellenza, esso protegge dal malocchio, dalle invidie e dai tiri mancini (attenzione però, mai comprare un corno vero o in metallo, è una pratica funesta che mette in gioco degli influssi negativi). 

• Croce Egizia (sotto forma di monile):
È il simbolo della vita per eccellenza, infatti protegge dalla morte ed allunga la vita ed viene anche detta ankh.

• Diamante (vero):
Questa pietra, portata sulla parte sinistra del corpo, diventa uno degli amuleti più potenti, il diamante ha un tale potere che può proteggere da tutti i mali, dà valore a tutte le azioni e la volontà di riuscire, inoltre è il simbolo della resistenza e della tenacia.

• Elefante (sotto forma di monile)
È un simbolo di fortuna, a patto che la proboscide sia disposta verso l’alto, indossato come ciondolo aiuta a prendere le decisioni migliori al momento delle scelte difficili, ed assicura nello stesso tempo la prosperità. 
Al contrario, un elefante con la proboscide verso il basso attira gli influssi negativi.

• Felce (vero):
Affinché tutto questo abbia effetto, bisogna cogliere la Felce con la Luna Crescente e di Sabato, le foglie verranno fatte essiccare per tre giorni e poi conservate nel portafogli, in una bustina di plastica trasparente perfettamente chiusa, così porterà denaro.

• Ferro di cavallo (vero o sotto forma di monile):
È forse il più comune tra i portafortuna, scaccia gli spiriti maligni e porta ricchezza., va appeso dietro alla porta di casa o alle pareti con le due punte rivolte verso l' alto, non deve essere nuovo ma appartenuto e perso dal quadrupede e ne tanto meno dagli zoccoli posteriori ("Ferro davanti la casa va avanti, ferro di dietro la casa va indietro").

• Gatto (vero o sotto forma di monile):
È lo spirito protettore della casa e della famiglia, e viene spesso rappresentato con la zampina sollevata per scacciare gli spiriti maligni. 

 Grillo (vero o sotto forma di monile):
Allontana le disgrazie, favorisce la buona sorte, assicura guadagni e sentirne uno cantare intorno alla propria abitazione è segno di buon auspicio.

• Lucchetto (vero o sotto forma di monile):
Dona longevità, buona salute e la fertilità, lo possiamo acquistare e portarlo come un portachiavi, oppure utilizzarlo come tale, possiamo anche procurarcene uno d’oro o d’argento e portarlo come ciondolo, mentre se indossato come fermaglio di un braccialetto, simbolizzerà l’affetto verso la persona che ce lo ha donato.

• Maialino (sotto forma di monile):
Simbolo di abbondanza, e buona sorte.

• Mano (sotto forma di monile):
Ce ne sono con diverse posizioni delle dita: 
- A pugno con l' indice e il mignolo sollevato (le classiche corna, che puntano contro lo "jettatore" ), e serve contro la malasorte e il malocchio.
- La manu fica, (con pugno chiuso e pollice che spunta tra indice e medio) che serve contro il malocchio. 
- La mano di Fatma o Fatima, (aperta con da tre/sei dita distese ed unite con una pietra al centro della mano o con un disegno oppure un occhio), è contro la negatività in generale e contro le malattie.

• Mezza Luna (sotto forma di monile):
Questo amuleto evita le discussioni, la violenza sulle donne e ai bambini, le aggressioni e i pericoli imprevisti. Non ha alcun valore per gli uomini.

• Occhio (sotto forma di monile):
Contro il malocchio e per prevenire gli incidenti.

• Pelle di serpente (sotto forma di monile):
Sotto forma di braccialetto, con chiusura d’oro, tiene lontane le malattie.

• Pentacolo (sotto forma di monile):
Detto anche "radice di Druido" o "Stella di Strega", è uno dei simboli più arcani e potenti, il suo simbolo viene utilizzato anche per i rituali curativi e per qualsiasi tipo di incantesimo.

• Pesce (sotto forma di monile):
Aiuta a trasformare i sogni in realtà.

• Quadrifoglio (vero o sotto forma di monile):
Un altro portafortuna per eccellenza, trovarne uno indica che la buona sorte è dalla propria parte, ed è segno di benevolenza da parte degli Elfi, la sua forma rappresenta la croce ed ogni fogliolina ha un significato: reputazione, ricchezza, salute e amore sincero.

 Ranocchio (vero o sotto forma di monile):
È una delle armi più comuni per difendersi dal malocchio.

• Ruota (sotto forma di monile):
Aiuta a far girare la sorte quando serve, se tutto va bene, non si deve toccarla ma se le cose vanno male, farla girare aiuta il cambiamento.

• Scarabeo (vero o sotto forma di monile):
Piccole statuette e spille a forma di scarabeo vengono utilizzate come portafortuna e scaccia malocchio. 

• Spina della rosa (vero):
La spina di rosa è un discreto amuleto contro le forze del male, se viene inserita nel portafogli, ci proteggerà e terrà lontano il malocchio e gli incantesimi oscuri. 

• Una moneta forata (sotto forma di monile):
È molto propizia per tutti coloro che vogliono tentare la sorte, deve essere un pezzo in d’oro, d’argento o di rame, ma mai fatto con una lega di nichel, se si tratta di un pezzo antico, è meglio che l’anno della fabbricazione sia dispari, e qualora lo si realizzi da sé, è utile se viene offerto, perché agisce solo su chi lo trova o lo riceve in regalo. 

• Zampa di coniglio o di lepre (sotto forma di monile):
Altro "oggetto" considerato un grande portafortuna.

• Occhio di Horus (sotto forma di monile):
Potente amuleto contro l’invidia, la sfortuna, la protezione, allontana ogni sorta di negatività. 
Si può trovare sia quello rivolto a destra (maschile-Sole), che a sinistra (femminile-Luna), con esso si trovano bracciali, collane, portachiavi, etc.



▪ Corrispondenze per creare un talismano

 • Domenica: Sole / Oro  (fortuna, speranza, denaro).
 • Lunedì: Luna / Argento (commercio, sogni, furto).
 • Martedì: Marte / Ferro (matrimonio, guerra, nemici, prigione).
 • Mercoledì: Mercurio (debiti, paura, perdita).
 • Giovedì: Giove / Stagno (onore, ricchezze, abbigliamento, desideri).
 • Venerdì: Venere / Rame (amore, amicizia, estranei).
 • Sabato: Saturno / Piombo (vita, costruzione, dottrina, protezione).


• Note:
- Nessuno deve toccare il talismano, solo il legittimo proprietario.
- Durante il sonno, riporre il talismano in un sacchetto bianco, affinché abbia il "tempo" per "ricaricarsi".

→ Fonte:
Il giardino delle fate.

Post n. 5 | pubblicato il 12/11/13 | modificato il 18/11/2014 


Collaborazioni

◆ Vuoi collaborare con il blog? Leggi qui e scopri come fare!.