Benvenuti

... Buona navigazione!.
→ Sei qui:


La cultura Celtica, aveva un forte legame con la Natura, non solo essa rappresentava il Mondo, ma era anche una Madre, progenitrice di tutte le tribù.
Non ci stupiremo a questo punto di scoprire come il culto degli alberi, abbia costituito parte integrante di questa popolazione, infatti, le radici, i tronchi e i rami, sono associati a spirito, corpo e mente dell' uomo.
Nel calendario celtico degli alberi (detto anche Ogham) i mesi sono correlati ad alberi di stagione, in un rapporto strettissimo tra Flora e fasi Lunari (i mesi Lunari sono di 28 giorni, grosso modo corrispondenti ai nostri segni zodiacali).
Il ciclo dei tredici alberi corrispondeva alle tredici energie arboree, alle quali si associavano anche elementi divinatori che operavano come geni protettori a cui rivolgersi in cerca di forza, fortuna o buoni consigli, oltre alle caratteristiche botaniche, farmacologiche e ai principali usi delle varie essenze arboree, vi sono alcuni elementi descrittivi del 'carattere' dell'albero che era associato ai nati in quel mese, una sorta di 'oroscopo degli alberi'.
In ogni albero si possono riconoscere delle caratteristiche speciali dovute al loro aspetto, alla risorsa dei loro frutti o alla forza del loro legno, i nati sotto una certa Luna presenteranno in genere una comunanza con un determinato albero.
E tu che albero 6?...
Ecco il calendario arboreo con la rispettiva lettera ogamica e breve descrizione:



. Betulla - Beth - Betula Pendula - 24-12/20-01
Albero che può raggiungere i venti metri di altezza, ma che non vive a lungo, al massimo un paio di centinaia di anni, il tronco (bianco/argenteo) è diritto e i rami penduli fanno della betulla uno degli alberi spontanei più decorativi e facili da riconoscere! nonostante il suo aspetto delicato è uno dei più resistenti alberi del mondo.
- Parola chiave: eleganza.
La Betulla era un albero sacro presso i Celti, albero purificatore, talismano di fecondità, era prediletto dagli sciamani come scala per arrampicarsi nell'altro mondo, per penetrare, attraverso i suoi rami, nella celeste dimora degli Dei, dai quali ottenere prosperità e guarigioni per gli uomini delle loro tribù.
- Personalità dei nati sotto il segno della Betulla:
Carattere raffinato e fragile solo in apparenza, nasconde un animo resistente, preferisce un' esistenza sobria al riparo dalle emozioni forti e dal rischio, un pizzico di freddezza sul fronte del cuore.
- Lettera ogamica: B.

. Sorbus aucuparia - Luis - il Sorbo - 21-01/17-02
Albero che non supera i dieci/quindici metri di altezza e i centocinquanta anni di età, il Sorbo degli uccellatori è diffuso in tutta Italia, nella zona montana e submontana, il legno è duro e flessibile, e veniva usato per manici di utensili e piccole sculture.
Per i Celti, il Sorbo aveva poteri contro i Demoni e gli Stregoni, veniva quindi spesso piantato all'esterno delle case e davanti alle chiese per respingere le Streghe.
- Parola chiave: sapienza.
Pianta magica da cui i Druidi traevano le loro bacchette divinatorie, protegge la casa dalle energie negative.
- Personalità dei nati sotto il segno del Sorbo:
Creativa, magnetica, ama realizzare in segreto per poi meravigliare, è sufficientemente adattabile per trarsi con disinvoltura dalle situazioni più difficili, tende a dissimulare i sentimenti, concedendo più spazio all'amicizia che dell'amore, interessi culturali insaziabili e inguaribile curiosità.
- Lettera ogamica: L.

. Fraxinus excelsior - Nion - il Fassino - 18-02/17-03
Il Frassino è una pianta di primaria grandezza, può raggiungere i quaranta metri di altezza, ma non è molto longevo, è presente in Italia e si sviluppa vigoroso su terreni fertili, freschi e profondi, il legno di frassino gode di reputazione a motivo della sua resistenza e duttilità.
- Parola chiave: fantasia.
Nel mito Celtico è l'albero della conoscenza, materno e nutritore, era ritenuto per eccellenza l'albero della donna in quanto era d'uso che le donne vi appendessero amuleti che servivano a far 'battere il cuore' all'uomo amato.
- Personalità dei nati sotto il segno del Frassino:
Carattere fantasioso e sognatore, con la testa eternamente fra le nuvole, teme il rischio e non sa canalizzare la volontà per i propri fini, dotato di capacità, intuizione e genialità.
- Lettera ogamica: N.

. Alnus glutinosa - Fearn - l' Ontano - 18-03/14-04
Pianta longeva che può vivere sino a trecento anni, raggiunge e supera i trenta metri di altezza e cresce bene lungo i fiumi ed i torrenti, inattaccabile al' Acqua.
L'ontano veniva gettato nei fiumi come fondamento per i ponti, con il suo legno nero venivano anche fabbricati i flauti per incitare i guerrieri alla lotta, ed essendo di facile lavorazione, era ricercato dagli zoccolai ed ancora oggi trova impiego nella fabbricazione di zoccoli e manici di scopa.
- parola chiave: volontà.
Secondo un antica tradizione, nel' Ontano viveva il male, l'albero era temuto perché il suo legno (se tagliato) si tinge di arancio sanguigno, quasi stesse sanguinando.
- Personalità dei nati sotto il segno del' Ontano:
Carattere irruento e ostinato, ai limiti della temerarietà, nato per comandare, resiste fino allo stremo in situazioni disperate, ha innegabili doti di leader, carisma e abilità organizzativa, è capace di passioni estreme, dotato di forte sensualità ma insensibile alle esigenze del partner.
- Lettera ogamica: F.

. Salix alba saille - Salix fragilis - il Salice - 15-04/12-05
Il Salice bianco è diffuso in tutta Italia, specialmente lungo i corsi d'acqua, ed è da sempre stato considerato un ottimo rimedio contro i reumatismi, e la moderna biochimica ha confermato le sue proprietà, infatti, la corteccia contiene alcune dosi di salicina, simile per proprietà all'acido acetilsalicilico, oggi usato come analgesico, antinfiammatorio e antireumatico.
- Parola chiave: sentimentalismo.
Albero Lunare, simbolo della rinascita, conserva un arcaico legame con le Streghe e con le Divinità femminili del destino.
- Personalità dei nati sotto il segno del Salice:
Personalità languida e romantica che solo raramente perde di vista il senso pratico, apprezza il denaro e non disdegna semplici piaceri, cavalca abilmente gli ostacoli, calibrando lo sforzo per non trovarsi mai a corto di energie.
- Lettera ogamica: S.

. Crataegus monogyna - Hath - Huathe - il Biancospino - 13-05/09-06
Il Biancospino è frequente in tutta Italia, fino ai mille metri di altitudine, alberello che difficilmente supera i dodici metri di altezza, e cresce bene in diversi tipi di terreno, nelle radure dei boschi e negli arbusteti.
I fiori, frutti e corteccia hanno proprietà sedative e cardiotoniche, i fiori in bocciolo possono essere conservati sott'olio come i capperi, i frutti hanno virtù astringenti.
- Parola chiave: imprevedibilità.
E' l'albero sovrano contro l'inferno, le sue spine hanno funzioni protettive contro la negatività, e secondo una leggenda Celtica, addormentandosi sotto un Biancospino nel primo giorno di maggio si corre il rischio di essere rapiti dalle Fate.
- Personalità dei nati sotto il segno del biancospino:
Temperamento creativo, mobile, un po' infantile, più che del compagno si innamora dell'amore ma, troppo volubile per fermarsi a lungo, si lascia sedurre per poi fuggire in cerca di un altro fiore.
- Lettera ogamica: H.

. Quercus peduncolata - Quercus robur - Duir - la Quercia - 10-06/07-07
E' uno degli alberi più maestosi della nostra Flora, può vivere fino a duemila anni e raggiungere enormi dimensioni, la sua corteccia veniva utilizzata dai Celti come fonte di tannino, sostanza usata per la concia delle pelli.
- Parola chiave: potere.
La Quercia è la regina delle piante del mondo Celtico, dove dimorano gli Dei del cielo, per questo le navi, le porte e gli scudi dovevano essere fatti di quercia, anche la ghianda, considerata seme della scienza divina, aveva funzioni magiche come cibo rituale per i Druidi.
- Personalità dei nati sotto il segno della quercia:
Tranquillo e determinato, il temperamento dei nati sotto il segno della quercia non si scompone mai, sarebbe un ottimo leader se attenuasse la sua rigidità, teme il cambiamento rendendo invece al meglio in condizioni stabili, ama le avventure erotiche brucianti, ben distinte dai legami famigliari ritenuti intoccabili.
- Lettera ogamica: D.

. Ilex aquifolium - Tinne - l' Agrifoglio - 08-07/04-08
Grande arbusto alto tra i dieci e i dodici metri, questo albero ha un bellissimo aspetto anche in inverno, tutte le parti di questa pianta sono sempre state usate, il legno per i lavori di artigianato, l'infuso di foglie per combattere infiammazioni e gonfiori, i frutti (velenosi per l'uomo) sono appetiti dagli uccelli.
- Parola chiave: eroismo.
Rappresenta la sopravvivenza, la speranza e la rinascita, è simbolo natalizio di protezione e forza vitale, appeso sopra le porte impedisce l'ingresso di persone ed energie negative.
- Personalità dei nati sotto il segno dell'agrifoglio:
Tutto in questo temperamento riecheggia il Sole, la vitalità, il potere, l' egocentrismo, ma anche la generosità, nato per comandare, ha carisma, volontà e autostima da vendere, in amore da molto, eros, fedeltà e coinvolgimento, ma pretende altrettanto, impennate di orgoglio da controllare.
- Lettera ogamica: T.

. Corylus avellana - Coll - il Nocciolo - 05-08/01-09
Alberello di dieci metri di altezza, non vive a lungo ma si rigenera continuamente grazie ai vigorosi polloni del ceppo, questa pianta viene tuttora estesamente coltivata per la produzione del frutto destinato al consumo, i flessibili rami di questa pianta sono stati intrecciati fin dai tempi della preistoria per formare manufatti utili all'uomo.
- Parola chiave: saggezza.
Associato alla saggezza e alla divinazione, per via della bacchetta magica dei Druidi e della bacchetta biforcuta dei rabdomanti, entrambe tratte dai suoi rami, è considerata la pianta dei veggenti e dei poeti.
- Personalità dei nati sotto il segno del nocciolo:
Aria angelica, maniere raffinate, sguardo languido, teso a mascherare un carattere ironico e implacabile, eccelle nelle attività intellettuali a discapito di quelle pratiche, poco propenso alla passione erotica, preferisce relazioni platoniche.
- Lettera ogamica: C.

. Vitis vinifera - Muin - la Vigna - 02-09/29-09
Questo rampicante così intensamente coltivato in tutto il nostro paese, non ha bisogno di essere descritto per essere riconosciuto, esso ci fornisce il vino, una delle bevande più usate, dal quale si ottiene l'alcool etilico e l'aceto.
Le foglie sono toniche, astringenti e diuretiche, l' uva è raccomandata nelle cosiddette cure di uva contro disturbi gastrointestinali.
- Parole chiave: emozione.
Pianta magica intrisa di mistero e potere, conferito dalla convinzione che, con il suo legno, le Streghe si costruivano la bacchetta magica e per il fatto che con i suoi frutti si ottiene il vino.
- Personalità dei nati sotto il segno della vite:
Temperamento mutevole, tenero o aggressivo, simpatico o intrattabile ma sempre un po sopra le righe, si nutre di ideali di bellezza e giustizia, concedendo più spazio al cuore che al cervello...imprevedibile e un po sconclusionato, spesso è incapace di organizzarsi distrugge per poi pentirsi e ricostruire, raggiunge l'equilibrio solo nella coppia.
- Lettera ogamica: W.

. Hedera helix - Gort - l' Edera - 30-09/27-10
Abbarbicata agli alberi o ai muri, grazie a sottili radici avventizie che crescono dal fusto, l'edera è una delle poche piante rampicanti indigene a raggiungere dimensioni ragguardevoli.
- Parola chiave: fedeltà.
Considerata la pianta funeraria, per via dell'errata convinzione che soffochi le altre piante, viene ritenuta anche simbolo dell'amore eterno, pronto a qualsiasi sacrificio.
- Personalità dei nati sotto il segno dell'edera:
Attratto dal' insolito, ama sondare il lato nascosto di cose e persone, punta molto sul rapporto di coppia attaccandosi tenacemente, ma spesso senza dignità, a quella che crede la sua anima gemella, possessivo e rustico, è capace di sentimenti inossidabili che non ama manifestare a parole, carattere rinunciatario e ombroso, può soffrire a lungo in silenzio.
- Lettera ogamica: G.

. Tilia cordata - Peith - il Tiglio - 28-10/24-11
Quest'albero ha un aspetto assai decorativo, infatti da molto tempo è presente nei viali delle città, il legno di tiglio è ideale per intagli e torniture, i fiori di tiglio contengono mucillagini ed oli essenziali, essiccati all'ombra servono per preparare infusi calmanti, diuretici ed emollienti.
- Parola chiave: sensualità.
Nel centro Europa è simbolo di immortalità e considerato dal popolo l' albero sacro, tanto che veniva piantato nelle strade dei paesi per proteggere i contadini dal malocchio.
- Personalità dei nati sotto il segno del tiglio:
Carattere penetrante e aggressivo, in perenne conflitto con se stesso, soggetto a tentazioni, crisi di coscienza e tormenti, è un grande lavoratore, capace di profonda e sottile analisi, tendenza a passioni amorose morbose ed a vita sregolata.
- Lettera ogamica: NG.

. Sambucus nigra - Ruis - 25-11/23-12
Il Sambuco cresce dove il contenuto di Azoto nel suolo è più alto, vicino ad edifici abbandonati, dove il terreno è stato arricchito da decomposizione di materia organica o in formazioni naturali, ai margini del bosco.
Dai frutti e dai fiori si ottengono distillati e marmellate eccellenti, ricche di vitamina C, il legno è tenero e bianco-giallastro, può essere utilizzato per realizzare piccoli oggetti.
- Parola chiave: rinascita.
E' l'albero magico per eccellenza, perché fornisce il legno allo zufolo rituale e le bacche alla bevanda sacramentale dei Druidi, appeso fuori dalle stalle protegge tradizionalmente il bestiame, ma tenuto in cucina o bruciato può portare sfortuna.
- Personalità dei nati sotto il segno del sambuco:
Carattere indipendente, adattabile ma incostante, capace di navigare indenne tra le peggiori difficoltà, spesso schiavo delle emozioni, alterna momenti di euforia a cupe depressioni, desideri inconsueti in amore, pretese infantili condite con simpatia e tanta tenerezza.
- Lettera ogamica: R.

. Taxus baccata - Dho - il Tasso - 23/12 - Solstizio d' Inverno
Questa pianta vive quasi in tutta Europa, e in quest' area è l' albero più longevo, cosa che lo associa alla vita eterna facendone una pianta cimiteriale.
- Parola chiave: autorità.
La corteccia e le foglie sono velenose sebbene i cavalli e i bovini spesso mangino rami di tasso senza risentirne; riscaldata, la sua resina emana un vapore tossico, impiegato dagli Sciamani per ottenere visioni, la tossicità del Tasso era nota anche agli autori antichi ed ha sempre richiamato immagini tetre, i Romani si incoronavano di tasso nei giorni di lutto.
- Personalità dei nati sotto il segno del tasso: 
Carattere malinconico, chiuso, facile a deprimersi ma capace anche di slanci entusiastici, molto influenzabile dall'ambiente, per dare il meglio di se necessita di emozioni forti e di contatti con persone allegre e stimolanti, fasi alternanti di serenità e di burrasca, di castità assoluta e di passione incontrollata, anche in amore.
- Lettera ogamica: I (giorno intercalare).

. Picea abies - Ailm - l' Abete rosso 24/12
L' Abete rosso ama i terreni acidi e sciolti di montagna, ma può crescere su tutti i suoli, teme soltanto un eccessiva siccità, produce molto legname di buona qualità usato sia nel' edilizia che per la fabbricazione di mobili.
- Lettera ogamica: A (giorno intercalare).

. Cytisus scoparius - Onn - la Ginestra - 21 marzo - Equinozio di Primavera
E' un arbusto con rami eretti e flessibili, alto fino a tre metri, le foglie sono piccole di forma ovale, i fiori sono grandi, di colore giallo, inodori, isolati, ed il frutto è un legume nero di quattro cm circa.
Il nome italiano Ginestra dei carbonai deriva dal fatto che la pianta cresce in abbondanza nei pressi dei piazzali delle carbonaie, è infatti una specie tipicamente colonizzatrice delle radure dei boschi, come tutte le leguminose arricchisce il suolo di azoto, quindi può servire per migliorare i terreni poveri, prima di procedere con il rimboschimento.
- Lettera ogamica: O (giorno intercalare).

. Populus alba - Edaha - il Pioppo bianco - 23 settembre - Equinozio d 'Autunno
Le foglie sono ricoperte sulla pagina inferiore da una peluria densa e pallida che da all'albero il nome specifico, questa peluria protegge gli stomi dal fumo e dal sale, ed è proprio per questo che il pioppo bianco cresce bene lungo le strade e vicino al mare.
Nella leggenda Greca l' albero era nero fino a che ercole se ne fece una ghirlanda durante la lotta con cerbero (il guardiano del' aldilà) il suo sudore trasformò il colore dell'albero schiarendolo.
- Lettera ogamica: E (giorno intercalare).

. Calluna vulgaris - Ura - l' Erica - 21 giugno - Solstizio d' Estate
E' una pianta sempreverde, con molti fusti, tortuosi e ramificati di altezza fino a sessanta cm; le formazioni compatte di questa pianta danno origine alla cosiddetta brughiera, dove il terreno è molto povero di sostanze minerali, molto acido e arido il brugo, con le sue foglie molto piccole e strettamente pressate al fusto, riesce a crescere, i fusti di brugo erano spesso legati insieme per farne spazzole o scope, intrecciati per fabbricare ceste ed accumulati per farne giacigli.
- Lettera ogamica: U (giorno intercalare).




→ Ecco due cose carine riguardo questo argomento:
- Qui dei gadget ---> grafic scribbles.
- Oroscopo Celtico ---> cerchio celtico.

Post n. 5 | pubblicato il 20/04/10 | modificato il 29/10/2014